VISIT US
OVER 20 YEARS EXPERIENCE 

Alcuni dei servizi di consulenza sono:

  • il calcolo della producibilità attesa;

  • La quantificazione delle perdite;

  • L'identificazione degli interventi volti al miglioramento delle performance dell'impianto.

PRINCIPALI TEST E MISURE
  • Caratterizzazione dei parametri elettrici di singoli moduli, stringhe o interi campi fotovoltaici.

  • Verifica funzionalità e performance dei convertitori elettronici.

  • Misura Performance Ratio.

  • Test di isolamento.

  • Analisi termografiche con droni.

  • Test di elettroluminescenza su campo

  • YouTube Social  Icon
  • LinkedIn Social Icon
  • Facebook Social Icon

Tutti i diritti riservati - All rights reserved.

Via Pier Carlo Boggio, 59

10138 Torino, TO

P. IVA 11816180019

info@aeres.it

www.aeres.it

TEST DI ELETTROLUMINESCENZA

La tecnica dell'elettroluminescenza è un metodo di analisi che permette di identificarne molte tipologie di difetti nei moduli fotovoltaici (FV), che non sono visibili ad occhio nudo o con l'ausilio di una termocamera.

 

La parte destra della figura qui sotto mostra come si presenta ad occhio nudo un modulo FV apparentemente in perfette condizioni, ma in realtà manifesta diverse problematiche e prestazioni ridotte nell'ordine del 30%.

 

La parte sinistra della figura mostra il risultato dell'elettroluminescenza: le parti scure sono isolate e quindi non funzionanti, mentre quelle chiare non presentano anomalie.

Contattaci per maggiori informazioni

PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO

Quando un modulo fotovoltaico (FV) viene alimentato (quindi funziona come un carico e non come un generatore), si comporta come un LED (Light emitting Diode) ed emette luce [1]. Il segnale luminoso emesso dal modulo FV ha una lunghezza d'onda compresa fra i 950 e i 1350 nm e può essere catturato da un apposito sensore.[2]

 

Le termocamere commercialmente disponibili sono invece utilizzate per analizzare le variazioni di temperatura. Esse sono molto utilizzate in diversi settori ad esempio per:

  • identificare la dispersioni di calore dall'involucro degli edifici,

  • trovare i difetti nell'isolamento termico nei sistemi di distribuzione del calore,

  • analizzare gli impianti FV e trovare quei moduli  in cui si manifestano surriscaldamenti di alcune celle (hot spots) [3]

 

Tuttavia le termocamere commercialmente disponibili lavorano generalmente per lunghezze d'onda comprese fra circa i 2000 e i 15000 nm e non sono in grado di apprezzare l'emissione di un modulo FV.

 

Variando i parametri di alimentazione del modulo fotovoltaico [4], durante il test è possibile identificare in maniera accurata molte tipologie di difetti. Questo permette di valutare se i moduli FV hanno problemi, se sono effettivamente la causa della perdita energetica dell'impianto e se convenga o meno provvedere alla sostituzione .

 

L'elettroluminescenza non può essere svolta alla luce del Sole, ma non deve essere svolta necessariamente in laboratorio. E' possibile svolgere rapidamente i test anche sull'impianto, ma nelle ore notturne.

  1. http://en.wikipedia.org/wiki/Light-emitting_diode

  2. http://www.pveducation.org/pvcdrom/characterisation/electroluminescence

  3. http://www.pveducation.org/pvcdrom/modules/hot-spot-heating

  4. Ebner, R.; Kubicek, B.; Ujvari, G., "Non-destructive techniques for quality control of PV modules: Infrared thermography, electro- and photoluminescence imaging," Industrial Electronics Society, IECON 2013 - 39th Annual Conference of the IEEE , vol., no., pp.8104,8109, 10-13 Nov. 2013